Parliamoci chiaro: uno dei vantaggi più incredibili del vivere in Europa consiste nel poter letteralmente saltellare da una paese all’altro.

Non hai piani per il prossimo fine settimana?

Nessun problema: basta smanettare un pò sul portale di Ryan Air – essí, da queste parti si viaggia sempre in modalità low cost.
Siamo una generazione di creativi a partita Iva, eterni stagisti a tempo determinato che non ha una lira manco per piangere – e lasciarsi ispirare dalle destinazioni più interessanti da esplorare.

Tra queste non puoi assolutamente perderti una capatina a Rotterdam.

Se Amsterdam continua a far parlare di sé grazie ai suoi canali che si intrecciano a ponti e stradine acciottolate, al suo mercato di tulipani super colorato, alle sue case storte, al quartiere a luci rosse e ai tanti coffee shop dove allenare il proprio pollice opponibile a furia di rullare cannette perfette, Rotterdam è una destinazione relativamente nuova al turismo di massa che merita assolutamente una visita.

Completamente distrutta dai bombardamenti del 1940 durante la Seconda Guerra Mondiale, Rotterdam oggi cammina su due gambe più che solide e si conferma una delle città più fighe di tutta l’Olanda – che, a parer mio è una delle nazioni più fighe di tutta l’Europa quindi, per effetto della proprietà transitiva, Rotterdam diventa automaticamente una delle città più fighe del Vecchio Continente.

Bene.

Ecco 5 cose che non puoi assolutamente perderti una volta a Rotterdam:

1 | Le Case cubiche di Piet Blom

Sono sicura che le avrai già viste immortalate da qualche parte, magari ti saranno passate sotto gli occhi mentre scorrevi foto di travel su Instagram o Facebook: queste casette gialle tutte storte rappresentano uno dei simboli indiscussi di Rotterdam.

Ma se non sai di cosa sto parlando ecco un brevissimo recap: si tratta di una serie di abitazioni a forma di cubo rovesciato disposte una accanto all’altra, per fare in modo che gli angoli delle varie case si tocchino tra loro creando forme geometriche sospese in cielo.

Alcune sono state trasformate in negozi, altre in ostelli, altre ancora possono essere affittate su Airbnb o, per la modica cifra di pochi euro, è possibile visitarne una per capire come sono fatte al loro interno e sperimentare l’ebrezza di vivere in una casina piccina picciò.

Ora, considerando che sono state disegnate dal famoso architetto olandese nel 1982, sono io l’unica in sala a domandarsi cosa si prendesse il caro Piet per concepire un concetto così futuristico?

2 | Mercato Coperto | Markthal Rotterdam
e anche questa settimana la dieta inizia il prossimo lunedì

Paese che vai mercato che cerchi.

E questo si sa, ma cosa fare quando ci si ritrova davanti a uno dei mercati più fighi di tutta Europa?

Adios alla Boqueria di Barcellona e bye bye al Mercato Metropolitano di Londra e Torino, la vera figata è il mercato coperto di Rotterdam!

Immergiti pure tra bancarelle che vendono delizie provenienti da tutto il globo – beh, diciamo che l’Olanda non brilla in quanto a ricette tipiche e tradizioni culinarie – all’interno di una struttura futuristica grande quanto un campo di calcio (ottime notizie: per visitarlo non avrai bisogno delle scarpe con i tacchetti!).

3 | Museo della Fotografia di Rotterdam
Nederlands Fotomuseum

Adoro come spesso si cerchi di sfruttare al massimo tutti i nostri sensi per vivere e sperimentare l’arte a 360 gradi.
Se sei a Rotterdam e ami la fotografia non puoi assolutamente perderti una visita presso il museo della fotografia dei Paesi Bassi.

Per visitare alcune stanze espositive ti verrà chiesto di toglierti le scarpe e camminare a piedi nudi per far in modo di coinvolgere anche il resto del corpo radicandoci per terra e avendo la possibilità di osservare il mondo immortalato dalle lenti di fotografi olandesi e non.

L’intera zona dove si trova il Museo della Fotografia è una fonte di ispirazione continua: perditi tra vecchie fabbriche trasformate in spazi creativi, negozi e sale concerti.

4 | Vintage & Design come se non ci fosse un domani

Uno dei motivi per i quali amo così tanto il Nord Europa di certo non è quel freddo porco che ti entra nelle ossa e ti toglie il respiro e neppure quella tendenza a colorare il cielo con 50 sfumature di grigio differenti.

Il vero motivo per cui impazzisco per i paesi del nord è la loro leggerissima ossessione per il design.
Da queste parti tutto, ma dico veramente tutto, si trasforma in un’espressione d’arte minimalista e attenta alle forme.

Se hai voglia di immergerti in un pò di sano design made in the Netherlands ma anche di vibrazioni vintage non perderti una capatina in questi due posticini:

–  Posse: ovvero un vecchio spazio industriale con vista sul fiume trasformato in un mix tra un negozio di arredi vintage e un localino dove fermarsi a prendere qualcosina da bere o da mangiucchiare.

Groos: uno dei capisaldi della scena del design di Rotterdam. Un concept store very very cool che ha aperto le proprie porte niente popòdimeno che nel 1991, trasformandosi in un’istituzione in città. Da non perdere!

5 | Cibo & Coffeeshop: un grande classico

Cos’hanno in comune l’amore per la buona cucina e la legalizzazione delle droghe leggere?

Ma la risposta è ovvia: la fame chimica!
Se hai voglia di alleggerire un pò le tue giornate, sappi che la legalizzazione di cannabis in Olanda non si limita solo ad Amsterdam, ma si possono trovare coffee shop in tutto il paese.

E se tra un giretto e l’altro ti venisse fame, ecco che devi assolutamente fare una capatina in questi posticini:

Fenix Food Factory: un vecchio spazio industriale trasformato in una food court molto underground dove poter assaggiare un pò di tutto. Dalla cucina marocchina e berbera a selezioni di formaggi e altre delizie.

Supermercado: un’altra chicca da non perdere se si desidera entrare nel vivo della vida local e sfondarsi di nachos, guacamole e altre delizie dal sapore latino americano.
Bene: adesso devi solo prenotare il tuo prossimo viaggio e vivere al massimo tutto ciò che Rotterdam ha da offrire!

Sono riuscita a convincerti?

Autore: Cristina Buonerba
The Lazy Trotter

Credit: Domus Web
Archdaily
Rotterdam Tourist Information
The Lazy Trotter

Banner: Rotterdam by Lianne Nixon

 

Cilcca qui per leggere gli altri articoli!

Facci sapere cosa ne pensi!