Ogni luogo ispira arte. Ogni luogo permette di generare nuovi lavori ispirati al territorio.

Il rapporto tra l’ambiente fisico, il comportamento e la psicologia sono alla base dell’artista israeliano Oren Pinhassi.

I colori, le forme, le tinte e le sinuosità sono il prodotto di un lavoro fine e artigianale, che si conclude con la realizzazione di sculture che dialogano con lo spazio. I lavori rappresentano oggetti di cui si può potenzialmente usufruire, che fanno parte dell’ambiente architettonico, o del panorama casalingo.

Scheletri di ombrelloni che paiono vegetazione, padiglioni con pareti di vetro, asciugamani di stucco accartocciati e appoggiati sul pavimento, portasciugamani di cemento.

Rivisitando questi elementi, agli oggetti viene donata vita nuova.

 

Untitled-1

20140510184327-WEB4

 

Il fine ultimo dell’arte di Pinhassi è quello di creare una relazione, all’interno dello spazio museale, tra natura, corpo e architettura.

 

 

Autore: Alessia Romano

Cilcca qui per leggere gli altri articoli!

Facci sapere cosa ne pensi!