Colpo di fortuna più un pizzico di strategia.. ma ce l’ho fatta.

Ho pranzato da Casa Ramen!

Sapevo già che non sarebbe stato facile; arrivare, ed ogni volta trovare persone fuori in coda, non vi alza di certo il morale.
Questa volta però me la sono quasi, strategicamente, preparata e ce l’ho fatta!

Casa Ramen apre alle 12:30 e non prendono prenotazioni.

Ora che avete compreso il rischio di presentarsi in via Luigi Porro Lambertenghi al civico 25, e poter rimanere in attesa anche più di un ora per sedersi, avete un’idea del picco di felicità quando sono riuscito ad entrare.

Il gioco non vale la candela”, qualcuno potrebbe pensare.

Fidatevi, una volta varcato l’uscio e accomodati, quando la bowl di Ramen viene appoggiata di fronte a voi, sarete pronti a ricredervi.

Nell’attesa tra l’ordinazione e la vostra portata, potrete godervi questo piccolo spazio, ricreato a vero e proprio Ramen shop – compreso il tasso di umidità interno dovuto ai calderoni fumanti dei brodi – che vi avvolgerà, come il brusio serrato degli altri clienti intenti a cimentarsi con le bacchette per mangiare i noodles.


Infine atterra sul tavolo il vero motivo per cui avete intrapreso il vostro viaggio.

The king Tonkotsu Ramen questa volta! Ovviamente noodles, cipollotto, kamaboko, uovo marinato, due tagli di maiale – morbidissimo uno e marinato eccelsamente il secondo – presenti anche i funghi, tutto rigorosamente sommerso nel brodo; torbido e saporito, degno delle ore passate in cottura, dove tutti i sapori si estraggono e si concentrano.

Una carta stretta, perché Squadra che vince non si cambia, ma sopratutto perchè le varianti presenti sono tutte Soddisfacenti.

Menzione speciale per il Tonkotsu, un classico della carta, con doppio taglio di maiale, presente tra le altre, anche una versione Veggie, che fa fronte alle molteplici richieste vegetariane oggigiorno; per farvi un quadro più ampio, ecco i basilari tipi di brodi:

Shio, chiaro, saporito con pollo alghe, verdure e pesce.

Shoyu, brodo scuro, di carne. Con alghe, spezie, salsa di soia, germogli e uova sode),

Miso, con pollo o pesce e l’aggiunta di Miso.

Tonkotsu, a base di ossa e carne di maiale cotte a per lungo periodo, servito con zenzero.

Casa Ramen, non è solo Noodles in brodo, ma potreste trovare differenti portate sul menu per completare il vostro pasto, a vostra scelta piccoli snack tra i quali :
Kim pollo, Tofu fritto, kakuni, asian burger, kimchi, bao… devo continuare?

Che dire vi lancio il guanto di sfida, vediamo se siete fortunati come me e riuscirete a sedervi a uno dei loro tavoli.

Se volete dare una sbirciata andate a vedere il profilo di Casa Ramen

Autore: Samuele Brivio
Fonte: Instagram account @brisa.del.mar

Cilcca qui per leggere gli altri articoli!

Facci sapere cosa ne pensi!