Trattami con cura, sono sensibile!

La Mimosa Pudica, o Sensitiva, appartiene alla famiglia della Fabaceae e deve il suo nome dalla capacità delle foglie di rispondere agli stimoli.
Questo fenomeno, chiamato tigmonastia, è la reazione che avviene da parte di una pianta rispetto alle vibrazioni esterne, in questo caso tattili. 

Il suo grazioso corpo vanta dei finissimi fusti ricadenti sulla quale crescono le foglie, protagoniste di questa pianta, che hanno una forma ellittica ed appiattita che, in qualche modo, ricordano quelle delle Felci.

Essa vanta anche dei particolarissimi fiori a pompon di colore rosa con sfumature violacee che
arricchisco la particolarità di questo piccolo vegetale.

Originaria del Brasile la possiamo trovare in ampie zone come l’Oceania dove prospera rigogliosa ed è per questo che è doveroso proteggerla dagli eventuali sbalzi di temperatura, riparandola dal freddo e dalle interperie sebbene sia un arbusto perenne.

E’ certamente interessante considerare questa pianta da un punto di vista “caratteriale”.  La Mimosa Pudica è la palese rappresentazione della timidezza, dell’introversione e della riservatezza.
Queste caratteristiche sono in linea al suo aspetto gentile ed educato.

Lo sapevate che, per i botanici, sarebbe questa la pianta da portare in dono durante la festa della donna? Se conoscete una persona riservata non perdete l’occasione di regalarle un bel vaso di sensitiva, sicuramente il gesto verrà apprezzato o, perchè no, il prossimo 8 Marzo offriamo in dono la Mimosa Pudica al gentil sesso.

Botanical Collage and Drawing: Mary Delany, artist of flowers in 1700s

Autore: Anna Aiolfi

Facci sapere cosa ne pensi!